mercoledì 20 marzo 2013

COMMIATO


Come nella vita, come tutte le cose, anche questo blog, Castrum Racalmuto Domani, ha avuto un inizio ed è arrivato il tempo che abbia una fine. Esattamente un anno fa cominciava questa avventura che ha dato soddisfazioni, tante speranze e qualche amarezza, come è normale che sia. Voglio adesso terminare qui, con dispiacere. E lo faccio quando ancora il blog è in perfetta salute, ha i suoi lettori e i suoi commentatori. Ho raccontato una Racalmuto che vorrei vedere secondo un mio punto di vista. Non ho la presunzione di aver detto verità, né assolute  né  parziali. Ho scritto, però, col cuore, spinto da un attaccamento a questo paese che non mi ha dato i natali ma che ho assiduamente frequentato e amato. Una volta dissi che qui ho tutti i miei ricordi, tutto il mio passato, tutti i miei affetti. Mi auguro e auguro a tutti i racalmutesi, residenti e non, che Racalmuto possa risorgere e vivere, finalmente, un lungo periodo di positività. Ringrazio tutte le persone che hanno collaborato a questo blog. Quelli che hanno smesso, quelli che hanno  continuato, quelli che si sono aggiunti. Ringrazio tutti i lettori e quanti hanno inviato i loro commenti. Esprimo il mio dispiacere per qualche commento non pubblicato, ma non avrei proprio potuto farlo…Mi dispiace se qualche post fosse stato interpretato in maniera negativa o se qualcuno vi avesse letto  attacchi o offese personali. Non era mia intenzione. E’ stata, comunque, un’esperienza fantastica che ha permesso di confrontarmi, di conoscere nuove persone e rinsaldare rapporti con altre. Ringrazio tutti e idealmente vi abbraccio, augurandovi tanta, tanta fortuna.

Racalmutese Fiero
Stampa il post

22 commenti:

  1. Apprendo la notizia con dispiacere, una voce libera di Racalmuto che chiude la "saracinesca" impoverisce - senza nessun dubbio - il confronto democratico.
    Sergio Scimè (Regalpetra libera blog)

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con Sergio Scimè.

    RispondiElimina
  3. Si spera che possa essere una decisione rivalutata e rivista; chiudere questo blog che è sempre stato un blog di tutti e per tutti, libero, imparziale, autorevole, diverso dal coro, soprattutto casa comune di quanti per la prima volta si sono affacciati nel dibattito politico consentendo anche attraverso il tanto criticato anonimato di potersi esprimere e dire la propria dando la possibilità quindi a tutti quei neofiti al dibattito di potersi spendere,di dare un contributo di idee e quindi implicitamente iniziando un percorso di maturazione e quei primi passi che altrove non hanno mai potuto iniziare a fare. E' tutta questa l'importanza, non di poco conto, di un autorevole blog qual'è sempre stato castrum, un blog sentito come la casa di tutti specie dei più deboli e di quelle voci che in altri angoli del mondo virtuale sono considerate voci di poco conto soprattutto perchè non gestibili politicamente e non collocabili nelle medesime posizioni di altri gestori. Castrum ha saputo educare, seppur mediante un strumento non eccellente quale l'anonimato, tutti quei cittadini che hanno imparato a dire la propria senza delegare gli altri. Ripeto, si spera che la decisione possa essere rivista, perchè chiudere i battenti proprio ora a percorso già iniziato è davvero una battuta d'arresto che riporta le lancette al passato. Non è facile trovare un blog imparziale, genuino, trovare blogger privi di mire o ambizioni personali di natura politica proiettati solo verso la collettività e non alle auto-lodi, caratteristiche che hanno reso e rendono originale nell'autorevolezza un blog libero come castrum. Una voce che viene meno al libero dibattito democratico è una grossa perdita che difficilmente potrà essere colmata in termini di libertà e imparzialità. Basti notare che l'unica censura conosciuta in questo blog è stata la doverosa censura allorquando i commenti travalicavano nell'offesa, nella calunnia o in accuse spregevoli sul lato personale; di altro nulla, e basta questa citazione per far capire quanto fosse libera questa pagina. Con la convinzione che lo spirito libero del signor racalmutese fiero non sia venuto meno con questa decisione e quindi con la consapevolezza che anche le decisioni più drastiche, se rivalutate, possono essere riviste, in molti ci auguriamo che castrum ritorni nell'agorà virtuale con tutta l'autorevolezza e il prestigio che lo hanno sempre contraddistinto, specchio ovviamente delle qualità umane dei suoi blogger.
    VOLUTAMENTE ANONIMO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verrà il giorno, speriamo, che tutti i racalmutesi “VOLUTAMENTE ANONIMI” decideranno di mostrare il loro volto e soprattutto le loro idee di libertà, di giustizia e indicheranno la strada per il riscatto di Racalmuto e dei suoi abitanti. Verrà il giorno in cui tutti coloro che scrivono facendo finta di preoccuparsi dei problemi e dei mali di questo paese, mentre in realtà, pensano a conquistare cariche politiche o a gestire strutture pubbliche, verranno smascherati. Verrà il giorno …………….

      Elimina
  4. Una pagina aperta su una comunità, che si interroga e pone interrogativi sui problemi e le criticità, le potenzialità e la ricchezza in termini di risorse umane, è un laboratorio vivo, dove ci si incontra e confronta, ci si scambia opinioni, si azzardano possibili soluzioni, mettendo alla prova l’italico ingegno. A mio parere, stuzzica e sviluppa quel senso critico che tutti possediamo ma che a volte sonnecchia, per pigrizia o per scarso interesse. Una comunità che si interroga, si confronta, è una comunità viva, che non si accontenta, non si rassegna, che cresce, matura e si fortifica rinsaldando quell’orgoglio, quel senso di appartenenza che la distingue da altre comunità. Più pagine corrispondono a più laboratori, più idee, più ricchezza. Quando una pagina chiude rattrista e fa riflettere su quanto detto prima.
    Brigida Bellomo

    RispondiElimina
  5. ho appreso che il Mio amico Alfano non vuole piu' fare conoscere la voce libera dei Racalmutesi, mi dspiace di questa improvvisa decisione spero che Salvatore ci ripensi e continui a scrivere nell'interesse di tutti icittadini di racalmuto.
    Per Me che vivo al nord castrum era .E' un punto di riferimento di conscenza dei fatti opinioni e considerazioni espresse sempre nll'interesse di tutti.
    Un caloroso saluto,GIUSEPPE CARDILLO

    RispondiElimina
  6. Verrà il giorno della seconda verità, per la prima è già venuto e Racalmuto ne paga il prezzo giorno dopo giorno. Un paese ridotto a sconquassato colabrodo senza che a nessuno venga in mente di cercare le cause di tutti i mali; e intanto sono li, sotto gli occhi di tutti e intanto.................

    RispondiElimina
  7. l'input Castrum ce l'ha dato. Ora sta a noi continuare a far rispettare la nostra libertà di pensiero e di parola. Anche con qualsiasi mezzo informatico.

    RispondiElimina
  8. Ettore Liotta20 marzo 2013 20:21

    Immagino che forse la decisione di chiudere questo blog sia dovuta a un impegno non piccolo,
    oltre che per inserire quasi quotidianamente
    argomenti interessanti per la comunita' virtuale racalmutese,anche per non lasciare senza risposta, osservazioni, richieste e quant'altro da parte dei vari visitatori e commentatori.
    In ogni caso mi dispiace non poter piu' cliccare sull'icona di CASTRUM sullo schermo del
    mio computer.
    Grazie comunque al sig. Alfano ed ai tanti che hanno contribuito coi loro interventi a rendere interessante questo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. inutile interrogarsi sul perchè di una simile decisione, sicuramente ponderata e motivata conoscendo l'onestà di pensiero e la "fierezza" dimostrata da Salvatore, sia personalmente che nelle piacevoli e composte scritture. Il blog per sua natura è un punto di dibattito, di commento, di appoggio che fa leva sul dialogo da ricercare sempre e comunque che in questo caso viene a mancare ma che già dai commenti accende nuovi punti di riflessione,di autocritica...altre micce che spingono ad insistere, a migliorare. Ho apprezzato in crescendo Castrum trovando sempre piena disponibilità,condivisione, entusiasmo negli intenti, nell'impegno e spero si mantengano sempre accesi...carissimo Salvatore fatti sentire e scegli tu la "forma" - Piero Baiamonte

      Elimina
  9. Oggi le intelligenze, quelle vere, quando non fanno commercio di opinioni, quando non fanno propaganda di se stesse, si riducono sempre al silenzio! E' tempo di populistici cani randagi, è tempo di idrofobi cani rabbiosi, è tempo di melliflue cagnette da compagnia.
    Il silenzio ove volge Castrum Racalmuto Domani, rientra benissimo nell'eleganza dello stile che Salvatore Alfano ha mostrato sin dai suoi primi interventi in questo ed in altri Blog.
    Racalmutese Fiero ha dato tanto e credo darà ancora tanto a quei Racalmutesi che nel "silenzio" cercano ancora di "fortificarsi".

    Con grande stima e affetto
    anche se non ci siamo mai conosciuti

    Candido Munafò

    RispondiElimina
  10. Roberto Salvo20 marzo 2013 21:24

    Quando ho appreso che c’èra la possibilità che il blog cessasse la propria esistenza al compimento dell’anno di vita, non ero né nelle condizioni psicologiche nè dell’umore giusto per contrastare e scongiurare questa possibilità. Oggi purtroppo è successo, il blog Castrum chiude. Per molti, spero moltissimi, penso sia stato un dispiacere: per quanti quotidianamente si collegavano al blog, ne apprezzavano i metodi, i contenuti ed esprimevano il loro parere. Per chi come me in questo blog ha pubblicato degli articoli, raccontando i propri ricordi, il legame verso questo paese e ha proposto semplici iniziative con la speranza di vedere migliorare il paese, è sicuramente un giorno triste. E’ stata comunque una bella avventura, spero che non tutto sia stato vano e che qualcosa sia rimasto nei cuori di chi ha seguito e apprezzato quanto il blog ha saputo esprimere.
    Roberto Salvo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signor Roberto proprio lei...!!! chi non ha peccato scagli la prima pietra...

      Elimina
  11. Egr. Sig. Alfano, no non ci siamo, non può lasciarci orfani del suo blog. Non è possibile che io, racalmutese come Lei, fiero, non posso più scrivere nel motore di ricerca Castrum racalmuto, oppure non assaporare le ricette di Rurù o ancora avere una visione completa e senza pregiudizi dei fatti successi nella nostra città. Capisco che è un impegno non indifferente seguire un blog, ma non le chiedo una attività giornaliera, può anche bastare un articolo ogni tanto, che lasci accesa quella fiammella di speranza nel nostro paese. No non è possibile che uno strumento così importante possa cessare di esistere. Ci ripensi e spero che possa rivedere la sua decisione.
    Cordialmente e con infinita stima DUCEZIO

    RispondiElimina
  12. racalmutese stufo20 marzo 2013 23:11

    era ora che chiudesse con l'aristocrazia non si va da nessuna parte un blog per pochi dotti. Racalmuto non ha bisogno di intellettuali e moralizzatori. Bensi di gente umile. La chiesa lo ha capito. Gli altri no. Umiltà,uguaglianza, povertà quello che è mancato nel linguaggio di questo blog. Addio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. POCHE IDEE, MA CONFUSE. COMPLIMENTI.

      Elimina
  13. Mi dispiace tanto, ma hai lasciato un pezzo di te in tutte le persone che hanno avuto il piacere di aprire le pagine di Castrum.
    Nanda

    RispondiElimina
  14. Sono molto dispiaciuto della chiusura del blog che ho apprezzato e che ho sempre letto con interesse. Io non voglio nascondere il fatto che ho sempre preferito leggere gli articoli scritti dal sign. Salvo, quella che possiamo definire l’altra gamba con la quale il blog camminava. Mi dispiace notare che alla fine della fiera c’è chi viene piazzato tra i collaboranti e chi raccoglie onori, gloria e patente da giornalista. Francamente non lo trovo giusto anche se capisco che così è la vita.

    RispondiElimina
  15. Maria Di Naro21 marzo 2013 17:23

    ... Salvatore non è tempo per le chiusure di certe opportunità di crescita democratica e umana!Il blog,anche se in forma anonima da me odiatissima,è riuscito a coinvolgere moltissimi racalmutesi e non,ha dato la possibilità
    di riflettere sulle sorti di un paese allo sfascio,ha delineato un futuro
    cammino di speranza,crescita e trasparenza...E ancora ha rinvigorito le memorie
    e le tradizioni passate.Forse la fatica di pubblicare quotidianamente articoli è stata eccessiva ( sarebbero stati sufficienti due ,tre la settimana) ma non per questo si deve chiudere!Pensaci Salvatore,anzi ripensaci

    RispondiElimina
  16. Carmelo Mule'21 marzo 2013 19:02

    Ciao Salvatore,la decisione di porre fine a questa esperienza è tua e non si può esprimere nessun giudizio, immagino, però, che alcune scelte fatte per essere annullate hanno provocato un certo disagio, cosa assai facile in questo paese straordinario.
    Un blog si prefigge un obiettivo e Castrum sicuramente è nato con un preciso scopo; avvicinarsi ai luoghi cari dell'infanzia e dare agli altri un contributo di crescita, per quello che ognuno può fare. Personalmente, a suo tempo, ho accolto favorevolmente la nascita di questa piazza virtuale, come di altre, ma alla fine mi rendo conto che in questo nostro, ormai, borgo è difficile costruire, mentre molto più semplice demolire assumendo tale demolizione le sembianze più disparate. Questo è un paese veramente straordinario, negativamente straordinario, dove tutto si trasforma in niente ed è cosi lontano dalla verità che l'unico approccio al dibattito è quasi sempre anonimo, come se ognuno volesse nascondere il proprio pensiero, anche quello più positivo possibile.
    Sull'anonimato, che circola in rete, ci siamo scontrati ed è scritto nelle pagine di questo diario per mia contrarietà al concetto di anonimo che equiparo a nessuno o al niente; come ci si confronta col niente o con nessuno, l'unico è stato il gigante polifemo ed ha perso l'unico occhio che aveva. La ricchezza di qualsiasi confronto è il potersi aprire a nuovi orizzonti, a nuove conoscenze e rimanerne affascinato, ammantato fino al punto di sentire quasi il bisogno della ricerca del dialogo.
    Questa Racalmuto ho tentato, nella mia esistenza e durante l'attività politica, di capire a quali destini vorrebbe approdare, ma esco sconfitto totalmente, tanto che mi sembra di vivere da un'altra parte, in un posto votato alla decadenza,ed anche questa,spesso,si presenta sotto mentite spoglie. Mentre leggo i commenti al tuo commiato mi sento pervaso da un duplice sentimento, l'uno opposto all'altro, e mi limito a rispettare la tua decisione. Ti aspetto a Racalmuto per un buon caffè.
    Carmelo

    RispondiElimina
  17. In riferimento all’articolo con il quale Regalpetra Libera dava notizia della chiusura di Castrum, gli ho inviato un commento che il sign. Scimè, naturalmente non ha pubblicato, provo a scriverlo su Castrum.

    Gent. Blogger, la foto utilizzata nell’articolo non è adatta. Il blog Castrum non è o non era una bottega con saracinesca, ma qualcosa che il suo blog non sarà mai per ovvi motivi.

    RispondiElimina
  18. Caro Racalmutese fiero,
    apprendo con enorme dispiacere che intendi "spegnere" il blog Castrum.
    E' un vero peccato....! dalle tue parole, dai tuoi commenti e anche dalle tue critiche, sempre costruttive, si percepiva tutto il tuo amore per Racalmuto e il tuo desiderio di contribuire in qualche modo a fare sì che le cose potessero cambiare. Non so se questo succederà ma sicuramente il tuo blog ha smosso le acque in più occasioni e, cosa non da poco,l'ha sempre fatto con educazione, correttezza ed obiettività.Ci mancherai.....!!!! LIA

    RispondiElimina